L’ADDIO SIMONCELLI

Una camera ardente con due moto
A Coriano l’addio a Marco

Da questa mattina centinaia di persone sono in fila davanti al teatro Corte dove è stata sistemata la camera ardente del giovane pilota italiano scomparso domenica a Sepang

di ROSARIO DI RAIMONDO

CORIANO (RIMINI) – Una fila lunghissima, ordinata, silenziosa. Coriano, il paese dove Marco è nato ventiquattro anni fa, è una città santuario che va a salutare il suo campione. Il feretro è sistemato dentro il Teatro Corte, il corpo di Sic visibile, così come le ferite alle mani a seguito della terribile caduta di domenica scorsa a Sepang. Indossa un paio di jeans e una maglia, ha i capelli sciolti e sul palco sono sistemate le sue due moto-simbolo: la Gilera con la quale ha vinto il campionato del mondo 250 nel 2008 e la Honda San Carlo. Sullo sfondo, una grande foto di Marco sorridente. Il servizio d’ordine, gestito a turno da una cinquantina di amici di Sic, garantisce l’ordine della fila. Non si possono scattare foto, non ci si può fermare davanti al feretro. Un saluto, un segno e poi via, verso l’uscita. 

Centinaia di amici e fan sono entrati al teatro Corte, dopo aver aspettato sotto una pioggia battente il proprio turno. Altre decine di persone aspettano ancora di poter entrare. La camera ardente resterà aperta fino alle 22. Al bar del paese la gente osserva attonita le immagini alla televisione, i programmi in diretta parlano di Marco, qualcuno piange, qualcun altro fissa il vuoto. I fiori continuano a colorare la scalinata della Chiesa Santa Maria Assunta, assieme alle foto e agli striscioni. “At salut campion”, recita uno.

Nel pomeriggio, conferma il direttore della biblioteca Paolo Zaghini, sono attese “le autorità politiche del comune, provincia e regione”.

Oggi il presidente del Consiglio regionale dell’Emilia-Romagna, Matteo Richetti, ha aperto i lavori in Regionecon un ricordo di Sic: “Un ragazzo semplice, con voglia di fare, che portava in giro per il mondo anche l’Emilia-Romagna, la sua, la nostra terra”. Ancora incerto l’arrivo in giornata di personaggi legati al mondo dello sport.

Alle 14, migliaia di persone (oltre cinquemila) hanno visitato la camera ardente per l’ultimo saluto a Marco Simoncelli. In accordo con la famiglia, sarà aperta anche domani mattina, dalle 9 alle 11.
Intorno all’una è arrivato il pilota Marco Melandri: “Sono venuto a salutare un amico. Non ci sono parole” ha detto mentre andava via.

Domani il feretro sarà portato alla chiesa Santa Maria per i funerali alle 14.45. I familiari, gli ospiti e le autorità aspetteranno sul piazzale davanti all’ingresso prima di entrare. Valentino Rossi, che stamattina è tornato a casa dei genitori di Sic, domani sarà seduto in chiesa al banco con loro. Ai funerali ci sarà il mondo del motociclismo, dal team Ducati al completo al team Yamaha (tra cui il pilota Lorenzo). Ci sono stati contatti e telefonate con Vasco Rossi e Jovanotti, anche se non è garantita la loro presenza. Secondo alcune indiscrezioni, il corpo di Marco dovrebbe essere cremato.

Il direttore della biblioteca Paolo Ghiseri, che in queste ore ha gestito l’organizzazione, fa un appello ai tifosi: “Sappiamo che volete venire, ma qui purtroppo non possiamo contenere più di diecimila persone. Abbiamo serissimi problemi per quanto riguarda la ricezione, domani ci sarà un tavolo tecnico che a un certo punto bloccherà gli accessi in paese. Comunque ci saranno due maxischermi, uno in piazza Minzoni, l’altro in piazza Mazzini, più un maxischermo all’autodromo di Misano Adriatico”.

Credit : la Repubblica

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: